Fondo affitto: accesso ai contributi per la rinegoziazione dei canoni di locazione

Si apre l'opportunità di ottenere contributi regionali per la rinegoziazione degli affitti come previsto dalla delibera regionale. Questa ulteriore possibilità si aggiunge ai due benefici già attivi per il sostegno al pagamento dell'affitto (scorrimento della graduatoria del fondo Affitto chiuso in febbraio 2020 e accesso ai contributi diretti).


Il beneficio della rinegoziazione intende aiutare le famiglie a fronteggiare le difficoltà nel pagamento del canone ma anche incentivare i proprietari di alloggi sfitti a immetterli sul mercato della locazione a canone concordato.


Il bando prevede contributi a favore delle famiglie in difficoltà a pagare l’affitto e in possesso dei seguenti requisiti:

Requisiti economici:


• famiglie con Isee inferiore a €.35.000,00;


Requisiti relativi alla rinegoziazione del contratto:


• riduzione del canone d'affitto (secondo parametri precisati nei criteri operativi)
• riduzione del canone d'affitto con passaggio da contratto libero o transitorio a contratto concordato
• stipula di nuovo contratto concordato per alloggi sfitti

Il contributo è erogato una tantum al proprietario dell’immobile.

 

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

I sindacati di inquilini e proprietari hanno siglato con gli enti locali un apposito protocollo per facilitare gli utenti nella ridefinizione o stipula di nuovi contratti e nella compilazione e presentazione della domanda.
E’ possibile farsi assistere nella gestione della pratica di rinegoziazione dai seguenti organismi e sindacati: Associazione piccoli proprietari edilizia (Appe – Confedilizia Ravenna), Associazione sindacale piccoli proprietari immobiliari (Asppi), Unione piccoli proprietari immobiliari (Uppi), Associazione piccoli proprietari case (Appc), Sindacato unitario nazionale inquilini e assegnatari (Sunia), Sindacato inquilini casa e territorio (Sicet), Unione nazionale inquilini ambiente e territorio (Uniat). (Scarica l'elenco dei contatti delle organizzazioni e dei sindacati)

Per i cittadini del Comune di Cervia la domanda va presentata, entro il 30 novembre, via mail all'indirizzo ufficiocasa@comunecervia.it . Sempre allo stesso indirizzo mail sarà possibile richiedere informazioni.


In caso di indisponibilità di idonea strumentazione informatica, la domanda, già compilata in ogni sua parte, debitamente sottoscritta e corredata dagli allegati richiesti, può essere presentata in forma cartacea con consegna diretta presso gli Sportelli del Servizio Cervia Informa Cittadini, previo appuntamento. L’appuntamento potrà essere prenotato accedendo ai servizi online del sito web istituzionale:http://www.comunecervia.it/servizi-on-line/agendacerviainforma/login.php oppure telefonando al n. 0544/979350 nelle seguenti giornate:

lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle ore 10,00 alle ore 13,00.

Scarica i criteri operativi di accesso e modalità di gestione del Fondo Regionale

Torna indietro

Utilizzando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Leggi tutto...